fbpx

Nel meditare impariamo a vivere la vita e a non vivere nella vita…ricercando il suo significato non all’infuori di noi, ma in noi stessi…

 

Christiane

Meditare non è ripetere parole, sperimentare visioni o coltivare il silenzio, ma è ritrovare la condizione naturale che abbiamo perso…

quel paradiso perduto che possiamo riconquistare…

in quello stato di profonda pace che raggiungiamo quando la mente si acquieta.

La mente non potrà mai diventare la nostra condizione naturale perché porta sempre con sé un orizzonte ed è solo svuotandoci del suo conosciuto che possiamo vedere, osservare, ascoltare senza parole, senza commenti e senza opinioni il movimento della vita e quindi ritrovarci…

Crescita personale e meditazione sono strettamente legate in quanto l’una è supporto dell’altra e per mettere in atto questa efficacissima sinergia si deve focalizzare tutta l’attenzione sull’attimo presente

Perché godersi l’adesso, disciplinando la mente a staccarsi dal suo autopilota. ci permette di contemplare la bellezza, le luci e i colori di tutto ciò che ci circonda…

Quindi ognuno di noi dovrebbe imparare a meditare… anche se i benefici non devono corrispondere al traguardo, perché il fattore più importante rimane il procedere…

Meditare è…

osservare… la mente… senza disturbarla… ostacolarla… reprimerla…

lasciare andare…  ed entrare in uno stato di quiete…

rilassarsi… nel momento presente… nel qui e ora…

connettersi… con il silenzio interiore per sentirsi in relazione con il tutto

Da quando ho conosciuto e sperimentato la meditazione… è diventata non solo una costante   nella mia vita ma anche una meravigliosa e intima amica.

Una compagna di viaggio che mi ha condotto a studiare e a praticare svariate tecniche meditative e formulare negli anni un metodo che considero un po’ anticonformista per stimolare la propria auto-realizzazione…

La meditazione ha dato corpo ad un linguaggio alleato ai pensieri perduti della originaria unità mente/corpo, perché solo cercando qualcosa che abbiamo perduto e che ci sfugge possiamo riconoscere quello che c’è…

Queste immaginazioni/visioni donano un nuovo significato al nostro quotidiano ma si esprimeranno con l’esperienza e quindi le incontreremo durante questo affascinante percorso perché seguono la legge
dell’intensità …

In questo libro troverai un vero e proprio cammino che ti aiuterà a comprendere e riconoscere in che modo le parole disegnano la tua mente e il tuo modo di rispondere a quello che incontri…

 

Perché siamo gli unici e conoscere a fondo la nostra mente…

 

 

Il volo delle farfalle

potrà, con un investimento di pochi minuti al giorno, farvi abbracciare questo affascinante stile di vita…

Una guida che risponde all’esigenza, in una realtà quotidiana sempre più frenetica, di quiete e armonia. Nei suoi articolati contenuti, sia chi si approccia alla pratica, sia chi già pratica da tempo, potrà trovare numerosi consigli, spunti di riflessione e tecniche per migliorare la propria meditazione, accompagnando i propri tempi e ritmi abituali… per comporre un personale modo di meditare.

Il metodo proposto è di facile utilizzo e lo puoi innestare agevolmente nel tuo stile di vita.

Non pensare che sia un libro solo teorico… perché troverai moltissimi esercizi per fare pratica.

Per conoscerne l’articolazione del contenuto puoi esplorare la prima sessione* con i relativi supporti files audio.

*Con questa prima sessione (comprensivo di 4 lezioni + 2 esercizi + 1 meditazione guidata)

potrai apprendere come utilizzare questo strumento di benessere quotidiano.

Potrai in questo modo comprendere se ti interessa approfondire l’argomento e procedere nel percorso.

Dobbiamo sempre ricordare che possiamo scegliere il nostro particolare modo di volare

 

Christiane