fbpx

Farfalla….ma non per sempre

Ho finito! Finalmente sono una bellissima farfalla
Dal film A Bug’s Life

Non è facile vivere a lungo come farfalle perché non è la nostra condizione permanente, ma un’eccezione che è concessa sporadicamente e che può alternarsi o avere una durata limitata nel tempo.

Durante il corso della nostra crescita interiore sviluppiamo una diversa immagine di noi stessi ma quest’icona è più qualcosa cui aspiriamo che una vera e propria realtà.

E quando, intimorititi dalla voce del nostro passato, perdiamo la capacità di fronteggiare gli eventi, possiamo tornare facilmente a nutrirci degli schemi  abituali usati precedentemente anche se non ci rispecchiano più.

Queste emozioni scomode hanno la funzione essenziale di aprirci alla consapevolezza di ciò che è presente dentro di noi per continuare la crescita…e ne dobbiamo comprendere il significato con compassione e accoglienza.

Ma per farlo dobbiamo fermarci, concederci tempo…e questa sequenza non deve generare azione ma esitazione, raccoglimento, riflessione e soprattutto accettazione…perché solo quando ci accettiamo come siamo, possiamo cambiare…

Riflessione e introspezione, sono dunque strumenti naturali che ci permettono di cogliere noi stessi e il mondo intorno a noi e per contenere le inevitabili inquietudini è necessario realizzare che non c’è farfalla senza bruco …e che come l’essere farfalla anche il sentirsi bruco ha una sua bellezza

Pertanto, dobbiamo aprirci al sentire, comprendere e accogliere senza giudizio i bruchi… sia quelli che vivono fuori sia quelli che risiedono ancora dentro di noi…

Non dobbiamo dimenticare che i nostri atteggiamenti difficili necessitano dello stesso percorso di metamorfosi che accompagna il bruco e quindi occorre tempo, pazienza e sospensione dal giudizio.

Restando nella convinzione che più ci avviciniamo alla nostra anima e viviamo consapevolmente il momento presente… più occasioni avremo per prendere il volo…

Pag. 148
del “Il linguaggio delle farfalle”

Sempre più in alto …

Farfalle indirizzano il volo

verso alte vette

illuminate dal sole

per ammirare un paesaggio

che si estende fino all’orizzonte…

 

Ma anche se ogni volo

prima o poi deve finire

non persero più la visione

del ricordo di quell’orizzonte

e lentamente ricercarono

di ripetere quel volo

alla stabile conquista

di quelle meravigliose cime…

Christiane Casazza

La farfalla